valori ideali caldaia

Temperatura e pressione della caldaia sono due i valori fondamentali da impostare in fase di installazione della caldaia, ma anche da monitorare e da tenere sempre sotto controllo durante l’uso e la manutenzione della caldaia.

 

COSA INDICA LA TEMPERATURA DELLA CALDAIA

La temperatura serve per impostare la temperatura dell’acqua calda sanitaria (ACS) e quella del riscaldamento.

Se la temperatura della caldaia è troppo bassa significa che l’acqua calda sanitaria sarà troppo fredda, non proprio l’ideale soprattutto in inverno, e che quella dei termosifoni impiegherà più tempo per riscaldarsi, con conseguente spreco di energia e denaro.

Se la temperatura della caldaia è troppo alta invece, significa che l’ACS sarà troppo calda o bollente, così come quella del sistema di riscaldamento, andando incontro a sprechi di energia e soldi.

 

COSA INDICA LA PRESSIONE DELLA CALDAIA

La pressione assicura il corretto funzionamento dell’impianto termoidraulico. Il valore pressione indica la pressione interna all’impianto.

Se la pressione caldaia è troppo bassa significa che nell’impianto la pressione generale si è abbassata e questo potrebbe provocare un blocco della caldaia.

Se la pressione caldaia è troppo alta significa che la pressione all’interno dell’impianto ha superato il suo limite e questo potrebbe portare a un blocco dell’impianto o a danni alle tubature.

 

VALORI IDEALI DI PRESSIONE E TEMPERATURA

Si consiglia di mantenere i valori di temperatura dell’acqua calda sanitaria tra i 40 e 50 gradi. Una temperatura dell’acqua calda sanitaria inferiore a 40 gradi è è troppo fredda per poter fare la doccia, e quando invece è superiore a 50, produce spreco e aumenta i consumi di gas, perché dobbiamo utilizzare l’acqua fredda per miscelare l’acqua.

Mentre per quanto riguarda i valori di temperatura consigliati dell’acqua calda del riscaldamento, dobbiamo tenere come riferimento i 60/70 gradi per radiatori e caloriferi, mentre se disponiamo un impianto a pannelli radianti, la temperatura migliore è tra i 30 e i 45 gradi. Un valore di temperatura dell’acqua del riscaldamento basso fa sì che la caldaia impieghi più tempo a riscaldare l’ambiente, mentre una temperatura troppo alta non porta ad ottenere nessun beneficio e comunque, in ambedue i casi, rischiamo di consumare gas.

I normali valori di pressione della caldaia devono essere tra 1 bar e 1,5 bar . Quando la pressione è troppo bassa, la caldaia rischia di non funzionare, mentre con un valore troppo elevato, la caldaia rischia di perdere acqua dalla valvola di sicurezza.

Quando è necessario l’intervento di un tecnico caldaia specializzato?

Forse è arrivato il momento di rivolgersi a un tecnico caldaia specializzato per un intervento di manutenzione e revisione quando:

  • Non sai come impostare i valori ideali di temperatura e pressione;
  • La caldaia si spegne da sola o ha difficoltà a rimanere accesa;
  • La pressione si abbassa da sola o la temperatura diventa troppo elevata;
  • La caldaia perde acqua, anche dopo aver ripristinato i normali valori.

E’ importante sapere che i normali valori che permettono alla caldaia di funzionare in maniera efficiente, sono compresi tra minimo 0.8 bar e massimo 1.5 bar a radiatori freddi. Se la caldaia indica una pressione sul manometro alta, è possibile abbassarla mediante l’apertura di un valvolino di sfiato dell’aria, che si trova ubicato sul radiatore.

Spesso però queste operazioni di manutenzione fai da te non sono sufficienti e quindi l’intervento del tecnico è necessario.

 

Dove trovare un tecnico per assistenza caldaie a Roma

Se hai bisogno di Assistenza Caldaie Roma e provincia, puoi rivolgerti al nostro pronto intervento caldaie Roma per richiedere un intervento a casa tua, in qualsiasi zona di Roma tu viva. In 30 minuti, raggiungeremo la tua abitazione

Non aspettare che un piccolo malfunzionamento diventi una emergenza!

Chiama subito il tuo tecnico caldaia a Roma e provincia:

CHIAMA IL NUMERO 389 2456452