Perché dal climatizzatore non esce aria calda?

climatizzatore inverno

Capita spesso in pieno inverno, magari proprio nel momento in cui ne abbiamo più bisogno e durante le ore più fredde della giornata, che il nostro amato condizionatore ci abbandoni e non scaldi più l’ambiente.

Niente panico.

In questo articolo ti spiego le cause che possono impedire al tuo climatizzatore di funzionare in modo corretto e di produrre aria calda, e i rimedi per risolvere velocemente il problema.

Il freddo e le temperature sotto lo zero, la modalità impostata, la mancanza di refrigerante o di gas, sono solo alcuni fattori che possono determinare il malfunzionamento del tuo dispositivo.

Ricorda sempre che la corretta manutenzione e il controllo periodico del climatizzatore ti aiuteranno a evitare guasti, problemi e ad assicurare una lunga vita al tuo apparecchio, oltre a farti risparmiare sugli interventi d’emergenza da parte di un tecnico.

Il climatizzatore non fornisce aria calda: attiva il programma Heat

Prima di tutto per permettere al climatizzatore di produrre aria calda occorre attivare la funzione Heat dal telecomando.

Accendi l’apparecchio, premi il tasto “Mode” sul telecomando e seleziona il programma “Heat”. Infine imposta la temperatura, da 16° C a 30° C, secondo le tue esigenze.

Il condizionatore non produce aria calda: cosa fare se la causa è il freddo

Come funziona un condizionatore? Il climatizzatore per produrre aria calda prende il calore dall’esterno attraverso lo scambiatore, in questo modo può compiere il cosiddetto “ciclo frigorifero” e buttare aria calda dentro la stanza da riscaldare.

Per prelevare il calore dall’esterno, lo scambiatore deve raggiungere una temperatura più bassa di quella esterna.

Se le temperature sono davvero rigide, sulla serpentina dello scambiatore può formarsi del ghiaccio che può fare da tappo. Va da sé che più farà freddo, più la temperatura dello scambiatore sarà bassa e più aumenterà la probabilità che la serpentina si ghiacci e che il condizionatore faccia fatica a prelevare il calore dall’esterno. Il climatizzatore in questo caso impiegherà molto più tempo a compiere il “ciclo frigorifero” e quindi a riscaldare l’ambiente.

Quando questo accade il condizionatore si ferma e funziona al contrario, ovvero inverte il “ciclo frigorifero” e attiva la funzione “sbrinamento”, cercando di scaldare lo scambiatore esterno e sciogliere il ghiaccio della serpentina.

Dopo circa 10 minuti il tuo condizionatore dovrebbe riprendere a funzionare correttamente, ma qualora fosse necessario, ripeterà la funzione sbrinamento all’occorrenza.

Se noti che il problema persiste e se dal tuo climatizzatore non esce aria calda rivolgiti a un tecnico specializzato.

Il climatizzatore non produce aria calda: mancanza di gas o perdita di refrigerante?

I motivi per il quale il tuo condizionatore non fa aria calda possono essere legati alla mancanza di gas oppure alla perdita di refrigerante, nel caso di quest’ultima ipotesi noterai sul muro delle macchie di muffa in corrispondenza dello split (l’unità interna del condizionatore).

In entrambe i casi hai bisogno di un professionista: in caso di mancanza di gas per la manutezione ordinaria, nel caso in cui vi sia una perdita di refrigerante, invece, un tecnico interverrà per riparare l’apparecchio.

Il condizionatore non fa aria calda: le altre cause

Vediamo insieme le altre possibili cause del malfunzionamento del climatizzatore, oltre a quelle elencate in precedenza.

– Il termostato: se la temperatura impostata non è inferiore almeno di 2°C a quella dell’ambiente, il condizionatore entra in modalità ventilazione.

– La modalità impostata: se il dispositivo è in modalità auto cambierà automaticamente il programma.

– La pulizia dei filtri: può essere un’altra causa del malfunzionamento dell’apparecchio, puliscili almeno ogni 2 settimane, la pulizia del condizionatore è importantissima.

– La dispersione di calore: finestre o porte aperte possono causare il mancato riscaldamento dell’ambiente.

– L’installazione: questa deve essere stata effettuata in modo corretto, rispettando la giusta distanza tra split e unità esterna.

– Se il condizionatore è appena stato acceso attendi almeno 3 minuti, affinché la ventola si metta in funzione e il dispositivo si riscaldi.

– Il condensatore: potrebbe essere guasto e da sostituire, questo problema si manifesta attraverso il motore che funziona a intermittenza.

– Un guasto al motore: richiede l’intervento di un tecnico per la riparazione o la sostituzione.

– Ostacoli davanti alle entrate dell’aria, sia in quella interna che in quella esterna: controlla che non vi siano oggetti posizionati davanti o addirittura incastrati negli sbocchi dell’aria del condizionatore.

Se hai bisogno di un professionista che risolva qualsiasi problema relativo al tuo condizionatore rivolgiti al Pronto Intervento Idraulico Roma e Provincia.

CLICCA E CHIAMA:

389 245 6452

Idraulico Roma è attivo 24 ore su 24, tutti i giorni!

0 Commenti

Al momento non ci sono commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button3892456452