Installazione stufa a pellet Roma consigli utili, funzionamento e manutenzioni..

In questi ultimi anni molte famiglie hanno deciso di acquistare una o più stufe a pellet questo perchè ne consegue un risparmio economico dovuto ai consumi.
Le stufe a pellet utilizzano come combustibile il pellet, un piccolo cilindro legnoso che si ottiene dalla segatura degli scarti del legno tramite un processo di pressione per mezzo di macchinari specifici.
Questi piccoli cilindri legnosi risultato essere compatti grazie all’utilizzo della lignina, sostanza contenuta nel legno, prodotto naturale ed ecologico.

Funzionamento

La stufa a pellet funziona con un combustibile solido, proprio come la stufa a legna, ma presenta delle sostanziali differenze:

  • funziona tramite collegamento elettrico, ed è molto più pulita della stufa a legna, che come risaputo, annerisce i muri;
  • presenta una capacità media di circa 25 kg ed il serbatoio interno è in grado di alimentarsi in autonomia;
  • presentando una canna fumaria di dimensioni ridotte, contiene la fuoriuscita dei fumi che non entrano in circolo nell’abitazione;
  • la valvola interna ha il compito di espellere all’esterno i fumi della combustione;
  • scalda l’ambiente in modo veloce grazie ventilazione forzata;
  • sono dotate di cronotermostato che permette di programmare l’orario di accensione e di spegnimento.

Stufa a pellet canalizzabile

La stufa a pellet canalizzabile, offre la possibilità di riscaldare ogni stanza dell’appartamento o dell’edificio, per mezzo di specifici canali predispoti per questo genere di utilizzo.
Diciamo infatti, che in linea generale, una normale stufa a pellet, è in grado di riscaldare circa 80-90 mq., ovviamente in riferimento alla potenza. Per questo motivo è la soluzione ideale per chi abita in un piccolo appartamento, oppure è la soluzione ideale per poter riscaldare gli ambienti dove si trascorre la maggior parte del tempo.

Autonomia

L’automia è sicuramente un punto di forza della stufa a pellet, in quanto basta riempire il serbatoio per una sola volta. Per questo motivo la vendita della stufa a pellet ha superato di gran lunga quella della stufa a legna che deve essere di continuo ricaricata. Inoltre la stufa a pellet è molto più igienica.

Pulizia

La stufa a pellet deve essere pulita ogni giorno, ovviamente dopo l’uso, in più necessita di una pulizia straordinaria. Un fattore molto importante da cui dipende il perfetto funzionamento. Allo stesso modo è fondamentale anche l’utilizzo del pellet di qualità. Non è una buona mossa di risparmio quella di voler acquistare del pellet a basso costo che potrebbe provocare danni alla stufa quali incrostazioni che andrebbero ad incidere sulla scarsa resa e pregiudicarne il funzionamento.
Un pellet di qualità si nota subito dal sacchetto che non deve contenere troppo legno polveroso, che potrebbe sgretolarsi. Potete fare una prova mettendo del pellet in una tazza d’acqua, se resta a galla indica poca compatezza e quindi è di bassa qualità.
Il pellet da utilizzare deve essere lucido, liscio e compatto.
Sulla confezione devono essere riportati alcuni dati fondamentali quali potere calorico (uguale o superiore a 5,3 kWh) e residuo di ceneri, in questo caso il valore deve essere più basso possibile ( uguale o minore di 0,3 %).

E’ molto importante acquistare la stufa a pellet in un negozio in grado di fornire anche assistenza tecnica e ricordarsi di fare sempre manutenzione.