La stufa a pellet non si accende: le cause più comuni

La stufa a pellet è diventata ormai un sistema di riscaldamento molto comune e diffuso nelle nostre case, i motivi sono tanti: produce più calore di una normale stufa a legna, il pellet è un biocombustibile economico, inoltre non produce fumo quindi non ingiallisce le pareti della casa e non danneggia la salute e l’ambiente.

Alcune volte però la stufa a pellet può non accendersi, per risolvere subito il problema contatta un tecnico specializzato che in modo tempestivo possa trovare la soluzione del guasto.

PROBLEMI CON LA STUFA A PELLET?

CHIAMA IL PRONTO INTERVENTO IDRAULICO ROMA AL 389 2456452!

Ricorda sempre di effettuare una manutenzione periodica e una corretta pulizia dell’apparecchio, per evitare problemi più gravi. Le cause della mancata accensione della stufa a pellet possono essere diverse, ma due sono quelle fondamentali: la qualità del pellet e la “candeletta”.

LA STUFA A PELLET NON SI ACCENDE: CONTROLLA LA QUALITA’ DEL PELLET

Una delle cause della mancata accensione della stufa a pellet potrebbe essere proprio la qualità e l’umidità del pellet stesso. Il pellet non è altro che segatura pressata di legno vergine, l’umidità in esso contenuto se è troppa può portare questi piccoli cilindri a sgretolarsi e quindi rallentare il processo di combustione della stufa. Altro elemento importante e la resa calorifica del prodotto, se la fiamma non riesce a raggiungere la temperatura minima la stufa non riuscirà ad accendersi.
Comprare un prodotto di buona qualità può rivelarsi fondamentale per il corretto funzionamento della stufa a pellet: bassa percentuale di umidità e alto potere calorifico possono essere la soluzione al problema.
Ricorda sempre di conservare in modo corretto i sacchi di pellet, preferibilmente in un luogo fresco e asciutto, non troppo esposto ad agenti atmosferici.

LA STUFA A PELLET NON SI ACCENDE: CONTROLLA LA CANDELETTA

Oltre alla qualità del pellet i problemi possono essere relativi al malfunzionamento della stufa stessa, ad esempio: la presa d’aria e la canna fumaria difettosa o non pulita e ostruita, una scorretta taratura dei parametri e del programma di combustione. A causare problemi di accensione nella stufa a pellet potrebbe essere la resistenza che non riesce a innescare la fiamma o che non è ben allineata al foro, in quel caso un tecnico professionista provvederà a sostiuire la resistenza detta anche candeletta.

LEGGI ANCHE  Cos’è e come funziona il puffer riscaldamento?

La candeletta è per l’appunto una resistenza elettrica che avvia la combustione della stufa spenta, una volta surriscaldata porta l’aria a 200/250° C e accende il pellet, una volta acceso il materiale di combustione, la resistenza elettrica si disattiva.
Un modo semplice per capire se la stufa a pellet non si accende per via della candeletta è quello di controllare se il braciere è caldo.
Occorre fare molta attenzione anche al posizionamento della candeletta che può spostarsi, deve sempre essere allineata perfettamente con il suo foro di inserimento per consentire il corretto passaggio dell’aria e deve stare a una corretta distanza rispetto al pellet.
Bisogna verificare anche il condotto dell’aria che può essere sporco o otturato dai residui e dalla cenere del pellet e che la presa sia collegata alla corrente.

PROBLEMI CON LA STUFA A PELLET? CHIAMA IL PRONTO INTERVENTO IDRAULICO ROMA

Se dopo aver effettuato un’accurata pulizia della stufa e aver acquistato del pellet di qualità migliore la stufa non si accende, contatta subito un tecnico idraulico esperto.
Se ti trovi a Roma e Provincia richiedi subito l’intervento di un professionista del settore che possa risolvere il problema e far funzionare correttamente la tua stufa a pellet.
Idraulico Roma è sempre pronto ad aiutarti, con interventi d’urgenza, manutenzione e assistenza H24 e 7 giorni su 7, in 30 minuti raggiunge ogni zona di Roma e Provincia.
CHIAMA SUBITO IL NUMERO: 389 2456452!

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono con l'asterisco (*).

389-2456452