Una guida semplice e veloce per saperne di più sulla Detrazione Ristrutturazione 2019 riguardante il “Bonus ristrutturazione” per il bagno: le opere ammesse, le agevolazioni fiscali, i pagamenti,  i beneficiari e quali sono i permessi da richiedere. Il Bonus è stato prorogato anche per l’anno 2020 con un occhio di riguardo verso il “green” e il risparmio energetico.

BONUS RISTRUTTURAZIONE 2019, TRA LE OPERE AMMESSE LA MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEL BAGNO E L’ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE.

Quale momento migliore per ristrutturare il tuo bagno se non in questi ultimi mesi del 2019?
Puoi ancora approfittare del “Bonus ristrutturazione” confermato nell’ultima legge di bilancio e prorogato anche per l’anno 2020 per fare un restyling completo e per risparmiare fino al 50% sulle spese totali.
Ma quali sono le opere ammesse?
I lavori presenti nel Decreto Ristrutturazioni che potranno godere delle agevolazioni fiscali sono:
– La manutenzione ordinaria delle parti comuni di edifici residenziali.
– La manutenzione straordinaria delle singole unità immobiliari.
– Gli interventi di rimozione delle barriere architettoniche e la realizzazione di bagni per disabili per le modifiche degli impianti o l’esecuzione di opere murarie.
– Opere nelle zone soggette a calamità naturali come terremoti o alluvioni.
Ma approfondiamo il tema della manutenzione straordinaria del tuo bagno, le opere che potranno usufruire delle detrazioni fiscali sono:

– La messa a norma del bagno.
– Il rifacimento dell’impianto idrico-sanitario.
– Le opere di rinnovamento.
Gli interventi di manutenzione ordinaria, come ad esempio la sostituzione dei sanitari, non rientrano nel “Bonus ristrutturazione 2019” a meno che non si scelga di fare una ristrutturazione completa che preveda la sostituzione di tutti i sanitari e delle piastrelle.
Può beneficiare fino al 50% del “Bonus ristrutturazioni” la manutenzione straordinaria con rifacimento totale del bagno che prevede interventi su tubature e impianti.
Attenzione però! Per usufruire della detrazione ristrutturazione 2019 il tuo bagno dovrà rispettare alcuni requisiti fondamentali.
L’altezza minima del bagno non può essere inferiore a 2,4 metri, deve rispettare tutte le norme igienico-sanitarie nazionali ma anche seguire le norme imposte dal comune di residenza che possono riguardare ad esempio la superficie minima per il bagno principale della tua casa.

CHI SONO I BENEFICIARI DEL BONUS RISTRUTTURAZIONE 2019?

A godere delle agevolazioni fiscali del “Bonus ristrutturazioni” per l’anno 2019 sono i proprietari dell’immobile oppure chi ha il diritto di godimento o la nuda proprietà.
Puoi usare il bonus 2019 anche per la seconda o terza casa, questo è sicuramente il momento migliore per eseguire i lavori nella tua casa al mare o in montagna!

QUALI SONO I PERMESSI DA AVERE PER POTER USUFRUIRE DEL BONUS RISTRUTTURAZIONE 2019?

I permessi da richiedere prima di iniziare i lavori di manutenzione staordinaria nel tuo bagno riguardano la CILA: ovvero la Comunicazione di Inizio Lavori da inoltrare all’Ufficio tecnico del Comune dove si trova l’immobile, si tratta di una formalità che non richiede un nulla osta per iniziare la ristrutturazione.

LEGGI ANCHE  I termosifoni non scaldano? È ora di togliere l'aria!

BONUS RISTRUTTURAZIONE 2019 QUALI SONO LE MODALITA’ DI PAGAMENTO E COME USUFRUIRE DELL’ALIQUOTA 50%.

Fate attenzione a questo passaggio, perchè per accedere al “bonus ristrutturazione” tutti i pagamenti effettuati dovranno essere tracciati. Il bonifico dovrà essere parlante, postale o bancario e dovrà contenere: la causale del versamento con riferimento alla norma (articolo 16-bis del Dpr 917/1986), il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il codice fiscale o partita Iva del beneficiario del pagamento.
Non sono ammesse altre modalità di pagamento come ad esempio carte di credito, assegni o contanti.
La detrazione fiscale, infine, consiste nella detrazione IRPEF del 50% del costo sostenuto, si può arrivare fino a un massimo di 96.000 euro di spese totali sostenute quindi si potrà detrarre nella dichiarazione dei redditi fino a un massimo di 48.000 euro, divisi in 10 rate annuali.
Se pensi che sia tardi per approfittare di queste agevolazioni fiscali non temere! Il Bonus è stato prorogato anche per il 2020, con una particolare attenzione al “green” e all’efficienza energetica.
Rivolgiti ai migliori idraulici di Roma per effettuare i lavori e regalare una nuova vita al tuo bagno!