cambiare tubi flessibili

Hai presente i tubi che collegano i sanitari al muro? I flessibili col passare del tempo si usurano e se noti piccole perdite d’acqua in corrispondenza di uno di questi, allora forse è arrivato il momento di sostituirlo! Niente paura: cambiare un flessibile del bagno è una operazione molto semplice.

Adesso ti spiego come fare per cambiare i tubi flessibili vecchi e usurati con poche operazioni fai da te.

Che cosa sono i tubi flessibili

I tubi flessibili sono dei tubi di plastica ricoperti di maglia d’acciaio che, come dice il nome, possono piegarsi e curvarsi in quanto fatti di materiale adattabile a varie forme. I flessibili collegano il wc, ma anche il lavandino e il bidet, al muro dove sono avvitati con delle filettature. Essi consentono la portata dell’acqua. Sono molto resistenti, ma alla lunga si usurano e danno luogo a perdite. Nei casi più gravi possono anche scoppiare, causando dei veri e propri allagamenti.

Durata di un flessibile idraulico

I tubi idraulici flessibili, oltre ad essere resistenti ed elastici, sono anche dotati di guarnizioni in gomma e le filettature presentano del nastro in teflon che li impermeabilizza. Ma la pressione  e il contatto con l’acqua stessa consumano tutti i pezzi del flessibile. Generalmente quanto dura un flessibile dipende dall’utilizzo di quei sanitari, ma è opportuno pensare di sostituirli dopo cinque/sei anni.

Come sostituire il flessibile fai da te

Sostituire un flessibile è un’operazione davvero semplice, che non richiede eccessivo sforzo, solo un po’ di dimestichezza con tubi e rondelle. Innanzitutto bisogna chiudere il rubinetto generale dell’acqua, poi tappezzare di giornali o stracci la zona sottostante il flessibile per raccogliere l’acqua che eventualmente rimane nel tubo. Quindi, con una chiave inglese a pappagallo, svitare il flessibile da entrambe le estremità. Se non sai come svitare un flessibile ossidato perché non viene via, prova con un lubrificante per facilitare lo svitamento delle rondelle.

Ora bisogna installare il nuovo tubo: i tubi sono disponibili in qualunque ferramenta. L’importante è che tu abbia comprato un tubo nuovo della stessa lunghezza e con le filettature dello stesso diametro. Per montare il nuovo flessibile prima metti del nastro di teflon sui due maschi della filettatura, poi avvita bene il flessibile posizionandolo nella maniera più dritta possibile. Inserisci le viti e gira, senza troppa forza, con la chiave a pappagallo. Poi riapri l’acqua e controlla che non ci siano più perdite.

In caso di flessibile scoppiato all’improvviso, allora però sarà meglio chiamare subito il pronto intervento idraulico, e nel frattempo chiudere l’acqua e raccogliere con degli stracci il liquido versato.