Come riparare un termosifone che perde acqua?

L’impianto di riscaldamento più diffuso nelle nostre case è sicuramente quello con i termosifoni: comodo, conveniente e pratico.

Tuttavia, soprattutto durante la stagione invernale, quella dove quotidianamente utilizziamo il riscaldamento, si possono verificare dei piccoli problemi: i termosifoni non si scaldano, rimangono freddi in basso oppure perdono acqua.

In questo articolo analizzeremo l’ultimo caso elencato, e ti spiegherò come riparare un termosifone che sgocciola con il metodo fai da te.

E’ un problema abbastanza semplice da risolvere, se sei pratico di lavori in casa, e non troppo costoso.

La cosa più importante per evitare guasti ed avere un impianto di riscaldamento pulito e funzionante al 100%, è quello di affidarsi a un tecnico per effettuare periodicamente la manutenzione ordinaria, se necessiti di assistenza per i tuoi termosifoni rivolgiti a un professionista del settore!

Il termosifone perde acqua: le cause

Se ti sei accorto che sul pavimento, vicino al calorifero è presente dell’acqua, significa che il tuo termosifone perde, ora è il momento di scoprire dove è localizzato il guasto.

Le alternative sono varie: la valvola di sfiato, il tappo, il detentore, la manopola, la valvola manuale di intercetto, oppure un tubo spaccato o una crepa nel radiatore stesso.

Le ultime cause sono sicuramente le più serie e richiedono l’intervento di un tecnico per essere riparate, le prime invece si possono aggiustare anche con il fai da te.

Che le cause siano più o meno serie, è importante intervenire rapidamente per evitare ulteriori danni e costi di riparazione. Le perdite d’acqua possono infiltrarsi nel pavimento, creare allagamenti, rovinare il parquet o le piastrelle o formare muffa sui muri.

Inoltre l’impianto di riscaldamento a causa della perdita acqua può risultare molto meno efficiente e di conseguenza occorrerà tenerlo acceso per più tempo, facendo aumentare l’importo delle bollette.

Termosifone che sgocciola: come ripararlo?

Una volta localizzata la perdita d’acqua nel tuo termosifone, occorre chiudere l’acqua del radiatore stringendo bene la manopola di chiusura detta anche valvola manuale di intercetto, spegnere la caldaia e possibilmente mettere un recipiente per l’acqua sotto il calorifero.

Per riparare il guasto avrai bisogno di: una chiave a pappagallo o inglese, una chiave a brugola, un cacciavite, guarnizioni, stoppa di canapa o nastro isolante, un panno per assorbire l’acqua, un recipiente capiente e i ricambi a seconda della parte interessata dal guasto.

Ora vediamo che rimedi adottare per riparare il guasto, a seconda della zona del radiatore interessata dalla perdita.

Il termosifone perde acqua: il bullone dietro la manopola non è ben stretto

Se il termosifone perde in prossimità dell’attacco al tubo di mandata del collettore, stringi bene il bullone posizionato prima della manopola di chiusura, ovvero la valvola manuale di intercetto.

Il termosifone sgocciola: la valvola di sfiato perde

Una volta chiuso e fatto raffreddare il termosifone, apri la valvola di sfiato e libera il termosifone da eventuali bolle d’aria presenti al suo interno, che fanno salire la pressione dell’acqua e causano perdite.

Smonta il bullone con una chiave inglese e controlla che la guarnizione non sia rotta o usurata e siano presenti e intatti i materiali isolanti, in caso contrario provvedi a sostituire la guarnizione e i materiali isolanti (teflon o stoppa di canapa).

Se è l’intera valvola di sfiato a essere rotta, sostituiscila con una nuova.

La valvola di chiusura del termosifone perde

Se è la valvola di chiusura a perdere, con il cacciavite allenta la vite di fissaggio della manopola e metti una nuova guarnizione, oppure sostituisci direttamente la valvola mettendo del nastro Teflon o della stoppa di canapa bagnata come isolanti.

Il detentore del radiatore perde acqua

Il detentore è posizionato nella parte bassa del calorifero, è come un piccolo rubinetto con sopra un tappo/cappuccio in plastica. Se hai notato che la perdita è localizzata in questo punto, stringi con una chiave inglese o a pappagallo:

  • Il bullone di raccordo con il tubo di ritorno, ovvero l’attacco al sistema di riscaldamento;
  • Il bullone di raccordo con il termosifone.

Nel caso in cui il detentore sia rotto sostituiscilo con uno nuovo e avvitalo bene, utilizzando anche la stoppa o il teflon per isolare.

Se continui a riscontrare problemi con l’impianto di riscaldamento e il termosifone continua a perdere acqua, chiama subito il Pronto Intervento Idraulico Roma!

CLICCA E CHIAMA:

389 245 6452

Idraulico Roma è attivo tutti i giorni, H24!

0 Commenti

Al momento non ci sono commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *